Resilienze anche a Collepardo

Consumiamo più di quanto il pianeta può produrre, restringendo il campo all’alimentazione scopriremmo che solo circa il 30% della produzione agricola va all’alimentazione dell’uomo il resto va per nutrire animali che poi l’uomo mangerà. Freneticamente si produce ma, ci domandiamo a cosa serve se poi ci sono intere nazioni che muoiono di fame, a cosa serve tutta questa produzione di cibo? Nel mondo si spreca oltre un terzo del cibo prodotto, di cui l’80% sarebbe ancora consumabile. Fonte
Imparando a mangiare ciò che la terra ci offre, mangeremo in maniera più salutare e senza sforzo. Ci hanno indotto a pensare che le “spontanee/infestanti” sono da debellare perché pericolose, brutte per il giardino e intanto ingurgidiamo prodotto spazzatura che fa migliaia di km.
Così ci hanno ridotto a ignoranti funzionali, persone che vorranno essere schiavi pur di poter andare al supermercato e mangiare spazzatura.
Miglioriamo la qualità della vita, dedicando tempo al raccogliere le spontanee che poi mangeremo e/o utilizzeremo i prodotti officinali. Creiamo orti sinergici per integrare e variare la dieta, la qualità della vità aumenterà in proporzione al tempo dedicato al “vivere” con la natura che ci circonda.

WhatsApp Image 2017-03-27 at 06.14.00
Raccolta delle cime di ortica

WhatsApp Image 2017-03-25 at 14.18.32
Le cime vengono immerse nell’acqua e dopo qualche minuto si tolgono le parti più dure.

WhatsApp Image 2017-03-25 at 14.17.57
Si sminuzzano le foglie

WhatsApp Image 2017-03-25 at 14.16.59
WhatsApp Image 2017-03-27 at 18.36.02
Si immergono le cime di ortiche in acqua bollente per pochi minuti e sono pronte per essere usate come condimento per pasta o riso.

20 erbe da conoscere fonte

Lascia un commento